Henry Miller, Tropico del Cancro, Mondadori, pp. 269, 10.00€

Henry Miller, Tropico del Cancro, Mondadori, pp. 269, 10.00€

Gancio potente che interrompe il passaggio d’ossigeno e lente che ridimensiona lo smarrimento ottico. Tropico del Cancro è storia di vita ed in quanto vita, irriverente e morente. Siamo nella Parigi degli anni trenta ed Henry Miller non racconta, vive. Vive di espedienti, di pasti raminghi, di occasioni perdute e di letteratura. Una letteratura che è “cascata di dosso”, una letteratura che non partorisce libri ma libelli, calunnie e diffamazione. Tre ossessioni: cibo, sesso e racconto. Oltre la metaletteratura, nel baratro della più sconcertante autobiografia, Miller disegna i sessi delle sue amanti, i contorni dei loro umori, i profili psicologici dei suoi commilitoni e lo fa senza remore o argini o barriere visive. Tutto vomitato in un unico grande respiro prima di un’apnea. Parigi non è ambientazione, è regista di scena. Le luci sono cupe, brune, a tratti sfolgoranti e vivide, accendini al buio nell’ultimo concerto solista prima del ritiro. “Il cancro del tempo ci divora. Protagonista non è il Tempo ma l’Atemporalità. Dobbiamo metterci al passo, passo serrato, verso la prigione della morte. Non c’è scampo. Non cambierà stagione. [..] Un anno, sei mesi fa, pensavo di essere un artista. Ora non lo penso più, lo sono.” E’ un artista Miller, un artista che preferisce il lento degrado europeo allo sfolgorante luccichio americano, che espone trasversalmente i suoi sensi alle intemperie dei giorni, che salta a piè pari l’ostacolo del buonsenso. Un artista di vita. “Non ho né soldi, né risorse, né speranze. Sono l’uomo più felice del mondo.”
Valentina Introna
e-book reader

e-book reader

Il Gruppo Mondadori, un paio di settimane fa ha fatto una scelta commerciale precisa ed assolutamente al passo coi tempi: pubblicare più di 2200 libri in formato ebook su Amazon.com. Le edizioni coinvolte sono Mondadori, Einaudi, Piemme e Sperling&Kupfer.
Con una nota stampa è stato comunicato dallo stesso gruppo, che ha tenuto a precisare che fra i titoli pubblicati, i lettori potranno trovare anche quelli che si trovano al momento nelle classifiche dei libri più venduti: «Le prime luci del mattino» di Fabio Volo, «Steve Jobs», «Cose che nessuno sa» di Alessandro D’Avenia, il nuovo libro di Federico Rampini «Alla mia sinistra», «Ho il tuo numero» di Sophia Kinsella, l’ultimo thriller di Michael Connelly «L’uomo di paglia», «Tre atti e due tempi» di Giorgio Faletti e il successo di Pierre Dukan «La dieta Dukan»”.
I prezzi degli e-book su Amazon.com sono espressi in dollari e sono assolutamente in linea con quelli in euro di tutti gli altri canali di vendita, su cui è possibile trovare i libri digitali del Gruppo Mondadori, da iBookstore a Bol.it.

Ilenia Caito
Steve Jobs

Steve Jobs

C’era da aspettarselo, prima o poi una biografia su steve Jobs sarebbe uscita, e generalmente approfittare di un evento per scrivere un instant book è una strategia già utilizzata e funzionante, questa volta l’evento è stata la morte del Ceo di Apple, famoso per il suo stile e a detta di alcuni per aver rivoluzionato il mondo. Siucramente Walter Isaacson ha scritto l’unica biografia autorizzata da Jobs stesso, certo di avere un buon seguito di fans pronti ad approfondire la conoscenza del loro “idolo”. Questo testo però non si è fermato al grandissimo numero di vendite. Sta infatti per diventare un film, i cui diritti sono già stati comprati dalla sony. In italia il libro è pubblicato dalla mondadori ed è nei posti alti della classifica vendite di Amazon da più di un mese, praticamente dalla sua pubblicazione. Ancora una volta la morte di una persona diventa un successo incredibile di vendite. ma d’altronde le persone devono informarsi su eventi così importanti.

Luca Romano
Mario Desiati – Ternitti – Mondadori 2011 – 258 pp – 18,50€

Mario Desiati – Ternitti – Mondadori 2011 – 258 pp – 18,50€

“La storia di Mimì era fatta di accostamenti incongrui, di similitudini arbitrarie. Era una donna che
scompaginava le convenzioni, le sicurezze dei suoi più intimi conoscenti. Di persone simili l’umanità è piena,
ma ben pochi hanno la coscienza per vivere a fondo questa elezione.”
Non vi nascondo che questo libro l’ho distrutto.
Spiegazzato, sporcato, sottolineato, ne ho piegato le pagine, ci ho dormito sopra in una notte passata in
Piazza San Marco, scritto, macchiato, vissuto, consumato. L’ho letto in due giorni di viaggio, a cavallo tra
barcellona e venezia. Mi ci sono affezionata, ogni tanto lo riapro anche senza leggerne neanche un rigo.
Mimì è la protagonista di questo romanzo ed è una luce. Violenta, acceca. Ti mostra un modo di essere, che
credi non ti appartenga. Ed invece è solo paura.
Sarà perché Desiati scrive in maniera così poetica, sarà che racconta la mia terra da cui è impossibile slegarsi,
mettiamoci anche l’aver letto questo libro in un momento particolare della mia vita, ma a me Ternitti è
piaciuto moltissimo e consiglio a tutti di leggerlo.

Ilenia Caito

Margaret Mazzantini, Nessuno si salva da solo, Mondadori, 192 pp, 19 euro

Margaret Mazzantini, Nessuno si salva da solo, Mondadori, 192 pp, 19 euro

Se state attraversando un periodo negativo per la vostra storia d’amore, non è il momento più adatto per leggere questo libro. Nessuno si salva da solo è in cima alle classifiche italiane delle ultime settimane ed è effettivamente un libro scritto benissimo. Delia e Gaetano si sono conosciuti e innamorati, sposati, messo al mondo dei figli e arrabbiati, odiati, separati. E’ l’amore declinato in tutte le sue forme, soprattutto in quelle nefaste del termine di una storia lunga e importante. Come avrete capito, non è la solita storia a lieto fine questa, piuttosto è la scoperta del significato del fallimento sentimentale, delle mille domande che affollano la testa di chi non si spiega cosa ha sbagliato e come abbia potuto consumarsi un amore così forte, è un romanzo che sensibilmente racconta e approfondisce i sentimenti di due persone che hanno semplicemente smesso d’amarsi.

E’ una storia d’amore, dal suo principio alla consapevolezza della sua fine, tutta ripercorsa nell’arco di una cena tra Delia e Gaetano. Una cena in cui poter essere sinceri, in una serata in cui tutto è ormai successo e non c’è più nulla da perdere.

Ilenia Caito

Premio strega 2011

Premio strega 2011

Gli anni passati di questi tempi si sapevano già i nomi dei candidati. Quest’anno non si hanno ancora notizie. Di che stiamo parlando? Del premio Strega, forse il più famoso premio letterario italiano, che da un po’ di anni è messo in discussione dalla vittoria, per quattro anni di fila, della stessa casa editrice (Mondadori); per le pressioni che le stesse case editrici fanno; e per la qualità dei libri vincenti. Quest’anno i probabili candidati, o almeno i nomi più probabili, visto che non sono ancora uscite delle notizie ufficiali, sono: Troppo umana speranza, libro ambientato nel rinascimento italiano, edito da Feltrinelli e pubblicato proprio l’anno del centocinquantesimo anniversario di una autore esordiente: Alessandro Mari. Abbiamo in più Le luci nelle case degli altri, libro edito Mondadori, di chiara Gamberale, libro che ha venduto molto e del quale se ne parla bene, che tuttavia subirà la pressione dei 4 vincitori Mondadori degli anni passati. In più abbiamo il terrazzino dei gerani timidi della famosa Anna Marchesini che avrà il compito di “vendicare” il secondo posto dell’anno passato, guadagnato da Rizzoli con Acciaio della Avallone. Saranno presenti anche romanzi che hanno avuto minore promozione rispetto a questi, noi da lettori speriamo che vinca sempre il testo più bello, quello scritto meglio e magari anche di un autore meno conosciuto. Intanto verso fine aprile dovrebbero uscire i 12 finalisti. Chissà se quest’anno il premio sarà assegnato come gli anni scorsi o avremo grandi cambiamenti. Noi aspettiamo. Chissà.

 

Luca Romano

R. Saviano, Vieni via con me, Feltrinelli

R. Saviano, Vieni via con me, Feltrinelli

Il due marzo è uscito un libro che oltre a quello che racconta, sta diventando un simbolo. Dopo aver felicemente pubblicato con Mondadori, Saviano, solo per raccogliere i racconti di “Vieni via con me”, esce nelle librerie italiane con l’omonimo testo edito da Feltrinelli. L’operazione editoriale però è sobria, il libro non esce con il volto di saviano stampato in copertina, o con il logo del programma televisivo. Al contrario c’è una colorata copertina gialla spezzata da una macchina nera. Il passaggio, a detta di Saviano stesso è ben riuscito, nonostante il famoso scrittore abbia collaborato felicemente con mondadori, ancora una volta in una trasmissione di fazio, si libera del peso accumulato dai vari confronti per mezzo stampa, con marina berlusconi e annuncia di aver ritrovato un divertimento che mondadori non gli permetteva più da tempo. L’operazione commerciale di promozione del libro, infatti, per la prima volta da quando Saviano è scrittore, passa dalle librerie Feltrinelli, passa dal contatto con il pubblico. Gli incontri per motivi di sicurezza non saranno preannunciati, quindi siete tutti avvisati, all’improvviso, un giorno potreste trovarvi in libreria a comprare dei libri da leggere e potreste improvvisamente assistere alla presentazione di “vieni via con me”.

 

Luca Romano