Siamo in compagnia di un ospite graditissimo, Elena Manzari, di Caratteri Mobili. Benvenuta!

Ciao a tutti

Elena, parlaci un po’ di Caratteri Mobili, cos’è e cosa la differenzia caratteri dalle altre case editrici locali?

Caratteri Mobili è una casa editrice indipendente barese. Ha un anno e qualche mese. Le persone che se ne occupano sono quattro: ci sono io, c’è Arcangelo Licinio, Grazia Turchiano e Clara Patella. Quattro amici che hanno deciso per sfida, per gioco e per passione nei confronti dell’editoria, di scommettere in questa nuova esperienza. Fino ad adesso questa scommessa sta dando piccoli, ma grandi ed entusiasmanti risultati.

Questo è un bellissimo intro!

Eh infatti, oggi parlare di editoria vuol dire soffermarsi su grandi marchi editoriali, noi abbiamo creduto e crediamo che si possa fare del buono nel piccolo. Noi abbiamo la presunzione di riuscirci. Poi magari cercheremo di capire assieme agli altri, in cosa siamo stati troppo presuntuosi e cosa di buono ci sarà.

Elena Manzari (caratteri Mobili)

Elena Manzari (caratteri Mobili)

A proposito di buono nel piccolo, voi riservate un’attenzione particolare proprio all’aspetto pratico, al libro in quanto oggetto.

Questo perché siamo persone appassionate di libri, anche se in ambiti differenti e con il comune denominatore dell’editoria. Noi crediamo che il libro in quanto merce, come le altre, oltre ad avere un buon contenuto, debba avere un buon contenitore, quindi sia l’aspetto che fa da effettivo richiamo, l’oggetto libro in quanto tale, sia quello che c’è dentro.

Anche l’impaginazione, la carta, la grafica…è tutto molto curato e non è facile trovare questa attenzione nelle piccole case editrici.

Si, questo è un pizzico di follia. E speriamo che resti un pizzico e non debordi in altro, altrimenti ci si perderebbe. Per adesso però, le nostre collane, che compongono l’intero progetto editoriale, sono contraddistinte da differenti progetti editoriali e linee grafiche. Tu parli bene della forma, del contenuto, della grafica, del lettering delle stesse collane, speriamo nel tempo di mantenere questo, perché è l’elemento che ci contraddistingue.

Hai parlato prima di risultati, hai detto che li state ottenendo.

Si abbiamo già pubblicato cinque libri, abbiamo una distribuzione nazionale. Dovremmo, (dovrei usare un “siamo”, ma non mi sbilancio), essere facilmente reperibili nelle grandi catene, ma anche nel magazzino editoriale per eccellenza che è fastbook ormai. Quindi facilità sia del libraio indipendente, sia delle grandi catene nel reperire i nostri libri. Questo grazie appunto all’accordo con una distribuzione nazionale.

Riusciamo sia a livello locale, sia fuori dalla Puglia, a fare presentazioni dei nostri libri con i nostri autori. Saremo prossimamente alla fiera dell’editoria Una marina di libri, giù a Palermo; per una casa editrice che è nata un po’ per gioco, un po’ per scommessa, da meno di un anno, io penso che sia un bel successo.

Assolutamente si. Entriamo un po’ più nel merito dei libri, come scegliete gli autori e i romanzi? C’è una linea guida precisa o seguite di più la passione?

Per adesso abbiamo editato e pubblicato libri di autori non esordienti, ma di persone che avevano già pubblicato con altre case editrici e ci siamo lasciati guidare dal puro piacere personale.

Per esempio, per quanto riguarda la collana di narrativa Molecole, c’è una collaborazione con Macchia Umana, un’agenzia letteraria di Milano. Il libro già uscito di Franz Krauspenhaar ,1975, è un libro di un grande scrittore, un grande autore. Il prossimo libro, sempre della collana Molecole, sarà di un esordiente per quanto riguarda la narrativa, ma in realtà è un nome che agli amanti del cinema, non risulta per niente nuovo. Il libro è di Lorenzo Esposito, che è stretto collaboratore di Fuori Orario e quindi Enrico Ghezzi; infatti prefazione e postfazione del libro Il prossimo villaggio, di prossima pubblicazione Caratteri Mobili, saranno appunto di Enrico Ghezzi.

Poi c’è Formiche Elettriche, che è la collana di sociologia o comunque subcultura, dove anche qui troviamo persone o scrittori che non sono alle prime armi. Sono scrittori che avevano già pubblicato e ci hanno inviato i loro lavori e ci tenevamo in particolar modo che rientrassero nel nostro catalogo.

Mi chiedevo, come mai una casa

editrice sceglie di pubblicare autori non esordienti? Avete in progetto di aprirvi anche agli esordienti o è una precisa scelta editoriale?

No no, abbiamo intenzione di aprirci agli esordienti, per il momento tutto quello che è arrivato in redazione come manoscritto e come materiale degli esordienti, non è stato particolarmente interessante. Però Caratteri Mobili è pronta a pubblicare tutto quello che arriverà di buono.

A proposito di esordienti e di materiale che vi arriva, ho letto un annuncio un po’ particolare sul vostro sito. Una chiamate alle arti un po’ inusuale. Di che si tratta? Io ho sorriso quando l’ho letta, perché conosco un po’ Caratteri Mobili e mi ha lasciata stupita.

Diciamo che non si tratta di un concorso letterario, si tratta più che altro di una chiamata alle arti. La trovate sul sito di Caratteri Mobili e si chiama Cumshort, ha una epigrafe di Boris Vian, che in maniera molto elegante delinea il tutto. Si tratta di narrare in maniera più o meno lunga il tema della masturbazione, quindi il piacere che si può trarre da un racconto avente questo tema. E’ una cosa particolare, e in questo siamo parecchio folli: da una piccola casa editrice come Caratteri Mobili questa forse è una mossa azzardata.

Noi abbiamo pensato che di racconti o di romanzi che hanno come tema questo ce ne sono tantissimi, solo che si perdono. Scrittori e persone che vogliono scrivere di questo ce ne sono tantissime, ma non vengono stimolate e invogliate un po’ per timidezza, un po’ per chissà quale altra ragione. Noi abbiamo dato il La. E ti posso dire che appena abbiamo pubblicato l’annuncio, è arrivata una infinità di racconti.

Noi ringraziamo Elena Manzari per l’intervista e Caratteri Mobili non solo perché siete pugliesi, ma soprattutto perché siete una Bella casa editrice, fate un bel lavoro, e quindi in bocca al lupo.

Caratteri Mobili è sul Sito e sulla pagina Facebook.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...