Mario Desiati – Ternitti – Mondadori 2011 – 258 pp – 18,50€

Mario Desiati – Ternitti – Mondadori 2011 – 258 pp – 18,50€

“La storia di Mimì era fatta di accostamenti incongrui, di similitudini arbitrarie. Era una donna che
scompaginava le convenzioni, le sicurezze dei suoi più intimi conoscenti. Di persone simili l’umanità è piena,
ma ben pochi hanno la coscienza per vivere a fondo questa elezione.”
Non vi nascondo che questo libro l’ho distrutto.
Spiegazzato, sporcato, sottolineato, ne ho piegato le pagine, ci ho dormito sopra in una notte passata in
Piazza San Marco, scritto, macchiato, vissuto, consumato. L’ho letto in due giorni di viaggio, a cavallo tra
barcellona e venezia. Mi ci sono affezionata, ogni tanto lo riapro anche senza leggerne neanche un rigo.
Mimì è la protagonista di questo romanzo ed è una luce. Violenta, acceca. Ti mostra un modo di essere, che
credi non ti appartenga. Ed invece è solo paura.
Sarà perché Desiati scrive in maniera così poetica, sarà che racconta la mia terra da cui è impossibile slegarsi,
mettiamoci anche l’aver letto questo libro in un momento particolare della mia vita, ma a me Ternitti è
piaciuto moltissimo e consiglio a tutti di leggerlo.

Ilenia Caito

Annunci