1975 Nonostante Pasolini e purché Buzzanca non lo sappia, al liceale piacciono le donne, Franz Krauspenhaar, caratteri mobili, 2010, 12 € pp, 118

1975 Nonostante Pasolini e purché Buzzanca non lo sappia, al liceale piacciono le donne, Franz Krauspenhaar, caratteri mobili, 2010, 12 € pp, 118

Il testo di Franz Krauspenhaar è una illuminazione dal basso. Lo scrittore milanese in questo testo descrive un anno di vita, suo come sarebbe potuto essere di chiunque altro. È un punto di vista dal basso, il mondo visto con gli occhi di un ragazzo. Il racconto di un anno ben preciso, il 1975, che inizia tra eiaculazioni e felicità estemporanee e si chiude poco dopo la morte di Pasolini. Krauspenhaar si descrive quindicenne, e scopre il mondo, tra fascismo e l’odio per i rossi, tra interrogazioni alla lavagna delle quali semplicemente non gli interessa niente e pulsioni sessuali. Ragazze e cultura pop che si mischiano e gettano le basi per la contemporaneità. La storia quasi mai viene narrata attraverso azioni politiche ed economiche, ma si costruisce sul vissuto delle persone e Krauspenhaar ce ne fornisce un esempio. Il punto di vista dello scrittore milanese ci racconta semplicemente questo, un anno della sua vita mischiato con un anno di icone, di letteratura, di cinema, di musica. Un frammento di storia che per chi l’ha vissuto è un ricordo e per chi è nato dopo, rappresenta una parte fondamentale della cultura che ha ereditato.   

Luca Romano