Sabotaggio d'amore - Nothomb Amélie , € 7,50, 124 p., ed.Guanda

Sabotaggio d'amore - Nothomb Amélie , € 7,50, 124 p., ed.Guanda

Amèlie è figlia di un diplomatico e all’età di 7 anni, a causa del lavoro di suo padre è costretta non solo a cambiare casa, ma anche stato. Dal Giappone alla Cina. Fa presto a capire le differenze tra il paese da cui viene e quello in cui è precipitata: la Cina è orribile, ci sono strani fiori con la corolla girevole che producono tantissima aria, in arte dei ventilatori. L’unica nota positiva è che ha a disposizione una specie di ghetto in cui sono reclusi tutti i bambini figli di diplomatici come lei. Il gioco preferito è quello di tutti i bambini del mondo: fare alla guerra. I nemici sono sempre i tedeschi, perché nonostante quello che dicono gli adulti, la guerra non è mai finita. La lotta è durissima e le punizioni per i prigionieri sono anche peggio.

Un giorno però qualcosa cambia, Amèlie si innamora di Elena, una bellissima bambina italiana. L’innamoramento è uguale a tutte le età e dunque fa di tutto per catturarne l’attenzione. Elena però non sembra particolarmente affascinata da Amèlie, anzi ricambia le attenzioni di un maschietto. Amèlie non se ne capacita, solo le bambine sono perfette. A questo punto decide di adottare l’adulta ed inflazionata tecnica dell’indifferenza: Elena torna ad interessarsene.

Non vi racconto la fine, ma vi dico che è un piccolo e prezioso romanzo, sul mondo dei bambini, travestiti da adulti. Ironico, giocoso ed estremamente piacevole.

Ilenia Caito