Chitra B. Divakaruni, La maga delle spezie, Einaudi, 290pp, euro 11,00

Chitra B. Divakaruni, La maga delle spezie, Einaudi, 290pp, euro 11,00

Immaginate di trovarvi in California, in una botteguccia di spezie di proprietà di una vecchissima signora indiana. Immaginate di raccontarle o di confidarle un qualunque vostro problema, un mal di testa persistente, una sofferenza d’amore, insomma un fastidio qualsiasi. Bene, siate certi che la signora indiana che con le sue vecchissime mani nodose sfiora polveri e semi, foglie e bacche, saprà darvi il rimedio. Lei è Tilo, la maga delle spezie, la sua storia inizia in uno sperduto villaggio indiano, viene rapita da dei pirati che vengono affascinati dai suoi misteriosi poteri. La lasciano, in seguito, su un’isola stregata e lì Tilo apprende la magia delle spezie che le permetterà di aiutare chi come lei si è lasciato l’India alle spalle, quando si troverà in America. É un libro assolutamente piacevole che si fa leggere in fretta, non è, in verità, uno di quei libri che ti resta nel cuore tutta la vita, però è un validissimo modo di passare il tempo libero che ognuno di noi riesce a ritagliarsi.

Ilenia Caito