Susan Neiman, In cielo come in terra, Laterza, Roma-Bari 2011, pp 351, 19,00€

Susan Neiman, In cielo come in terra, Laterza, Roma-Bari 2011, pp 351, 19,00€

Parlare di male può sembrare ai più un argomento difficile, noioso e triste. Parlare di storia della filosofia del male, sicuramente rende il tutto più complesso. Al contrario capire come è stato interpretato il male nella storia dei più grandi pensatori dal terremoto di Lisbona del 1755 all’attentato delle twin towers, è estremamente interessante. La scrittura piacevole di Susa Neiman rende il testo scorrevole e avvolgente, facendo passare tutto, sotto gli occhi del lettore, come un avvincente racconto. La storia della filosofia circa l’idea di male passa naturalmente attraverso la comprensione dell’attività di Dio e delle reazioni degli uomini. Lo studio esposto dalla studiosa tedesca rappresenta un essenziale tracciato dei più importanti pensatori, da Kant, Rousseau e Sade a Nietzsche e Arendt, senza dimenticare studiosi minori studiosi contemporanei.
É un libro che tratta certamente un tema non adatto a tutti, ma che con un piccolo sforzo da parte del lettore può diventare una piacevolissima lettura e una meravigliosa scoperta di uno dei temi che ci toccano più da vicino e dei quali si parla di meno in assoluto.

Luca Romano