La camera chiusa – Maj Sjöwall & Per Wahlöö – Sellerio editore palermo – 2010 – 14 €

La camera chiusa – Maj Sjöwall & Per Wahlöö – Sellerio editore palermo – 2010 – 14 €

“Le campane di santa maria rintoccarono le due quando la ragazza uscì dalla stazione della metropolitana in Wollomar Yxkullsgatan. Si fermò ad accendere una sigaretta, prima di proseguire a passi rapidi verso Mariatorget.
Il clangore delle campane della chiesa faceva virare l’aria e ricordava le tetre domeniche della sua infaziona. Era nata e cresciuta a pochi chilometri di distanza dalla chiesa di Santa Maria, là era stata battezzata e là era anche stata cresimata, quasi dodici anni prima. L’unica cosa che ricordava della cresima e del catechisomo era di aver domandato al prete cosa volesse dire Strindberg quando aveva citato la « voce da soprano immalinconito» delle campane di Santa Maria, ma non riusciva a ricordare cosa le avesse risposto.”
Si apre con queste parole l’ultimo romanzo edito dalla Sellerio, scritto dalla coppia svedese formata dai coniugi Maj Sjöwall e Per Wahlöö nel 1972.
La narrazione, di ottima qualità, si apre con una rapina commessa in una braca di Stoccolma, apparentemente da una donna. Immediatamente sulle sue tracce si posizionerà la squadra speciale comandata dal procuratore “Bulldozer” Olsson. Contemporaneamente Martin Beck, investigatore della omicidi, ritornato in servizio dopo una lunga assenza, si troverà a dover risolvere un caso di probabile suicidio di un uomo ritrovato con un proiettile nel polmone e chiuso dall’interno nella sua dimora. A rendere difficile l’archiviazione del caso ci saranno inadempienze di chi aveva investigato prima di Beck e il più grande enigma con il quale l’investigatore è costretto a fare i conti: nella stanza chiusa non è stata ritrovata alcuna arma.
Le due storie si intrecciano e si mescolano dando vita ad un romanzo poliziesco-procedurale che lascia con il fiato sospeso sino alla conclusione.
La grande abilità dei due scrittori risiede, oltre che nella stesura della trama, anche nel delineare figure e personaggi con lucidità e ironia.
Una lettura consigliata agli appassionati del genere, ma anche a chi non ha mai aperto alcun libro di questo tipo e che si potrebbe appassionare con facilità alla penna dei due coniugi.

Luca Romano