Pagine: 326 Prezzo: 19 euro Editore: Mursia Copertina: rigida con sovraccoperta. Profumo delle pagine: buonissimo

Immaginate che ad ogni anno della vostra vita e quindi ogni avvenimento importante sia abbinato un vino particolare…bene, se siete amanti del buon vino e delle belle storie, questo libro vi piacerà.

Siamo agli inizi dell’800, è estate e siamo nella Francia centrale, in Borgogna. E’ una notte calda e dopo ore travagliate Sobran Jodeau, il protagonista del libro, si abbandona contro un albero di ciliegio. E’ disperato per un amore che non può compiersi. All’ improvviso ha una visione, scorge una statua. Dopo poco il lettore, insieme a Sobran, si accorge che non si tratta di una visione, ma di un angelo vero e reale più che mai, che lo ristora, lo conforta, lo consola. Nasce un’amicizia gentile e genuina, decidono di rivedersi tutti gli anni, sempre la stessa notte. Intanto la vita del protagonista vede l’avvicendarsi di diversi eventi che lo cambiano e lo fanno maturare.

Sullo sfondo della nostra storia si stende un’altra storia, un po’ meno personale: quella francese di Napoleone, della Restaurazione, del Secondo Impero.

Su twitter la casa editrice Mursia la definisce “Una storia d’amore, di vini e di angeli” e io mi trovo perfettamente d’accordo. É una lettura piacevolissima, una storia sensuale e spirituale insieme, sicuramente appassionante.

Consigliato.

 

Ilenia Caito

 

Advertisements